Tutti i “Segreti” per Iniziare a Nuotare

Età giusta per cominciare?
Meglio se da piccoli: diciamo 5/6 anni. Per cominciare a nuotare non c’è limite d’età sia in termini di “giovinezza” (negli Usa fanno nuotare perfino i neonati…) che di “vecchiaia”, passando per tutte le fasce intermedie. Imparare a nuotare bene è possibile a tutte le età anche avanzate.

Quante volte a settimana bisogna nuotare?
Per una pratica di apprendimento o amatoriale è sufficiente un’ora di nuoto con una frequenza bisettimanale; frequenza che si può ampliare a 3 volte la settimana per i ragazzi 10/14 anni, con un impegno massimo di 1,5 h. a turno, per arrivare a quello agonistico che può arrivare a 4 ore al giorno, ma sconsigliato prima dei 16 anni per una crescita psicofisica corretta.

In che modo iniziare a nuotare?
È sempre consigliabile seguire dei corsi per apprendere bene le tecniche di base in tutti e quattro gli stili, il crawl (stile libero), il dorso, la rana ed il delfino.
I tempi di apprendimento degli stili variano a seconda dell’età e dalle capacità di apprendimento e motorie individuali. C’è bisogno di tempo per assimilare bene la tecnica e acquisire la necessaria sicurezza e confidenza in acqua. E’ inoltre molto importante continuare la ricerca del miglioramento della tecnica, perché solo con una buona tecnica si ottiene un buon rendimento della bracciata. Cosa che talvolta è sottovalutata anche dagli atleti di vertice che puntano molto sulla pura forza fisica. Il discorso è ancora più valido se non si nuota da molto tempo o se si è ripreso da poco.

Quali sono i benefici riscontrabili?
I movimenti del nuoto, infatti, azionano muscoli (specie quelli della schiena e del collo) che solitamente altri sport o attività fisiche non sollecitano. Contribuiscono, quindi ad un tono muscolare complessivo (non solo degli arti e dell’addome, ma anche e soprattutto della schiena, dalla zona lombare a quella delicatissima cervicale) che è sinonimo di salute e benessere. E questo vale per qualsiasi età. Il nuoto coinvolge tutta la muscolatura e le articolazioni del corpo e grazie ad esso si può raggiungere il completo controllo di tutti i movimenti. Tutto questo vale anche per la postura fuori vasca. Muscoli saldi, articolazioni mobili, senso meno intenso della fatica fisica, consumo delle calorie in eccesso (che non guasta per dimagrire) tutto questo viene sollecitato facilmente dall’azione in acqua.

CONDIVIDI QUESTA NOTIZIA
FACEBOOK

About the Author

By admin / Administrator, bbp_keymaster on Mar 21, 2019

No Comments

Leave a Reply