NUOTO NEONATALE

Sedi in cui questo corso è attivo:
Casoria

Il nuoto neonatale stimola il neonato al movimento, alla presa di coscienza di se stesso e dell’ambiente che lo circonda, imparando a conservare il riflesso di apnea e a sviluppare la muscolatura.

Il nuoto neonatale è un’attività motoria che si svolge in acqua sin dai primi 3 mesi di vita e che consiste, sostanzialmente, nel mantenere la cosiddetta acquaticità, tipica del neonato, che lo porta a stare in acqua nella maniera più semplice e congeniale, adeguando il suo modo di muoversi e di respirare, sperimentando situazioni diverse, altrimenti impossibili sulla terraferma.

I corsi sono costituiti da una prima parte di adattamento, una seconda parte volta al galleggiamento e una terza e ultima parte che si focalizza sull’ immersione: questi tre momenti chiave fanno parte di uno degli obiettivi principali dell’acquaticità neonatale, cioè l’ambientamento.

Infine non bisogna spaventarsi e agitarsi, quando il bambino si immerge in acqua: è importante ricordarsi che esiste “un meccanismo innato di protezione respiratoria”, detto riflesso di apnea, che blocca l’atto respiratorio, chiudendo la glottide, che si attiva quando l’acqua tocca i recettori intorno alla bocca e al naso del neonato, permettendo così al bambino di non respirare sott’acqua. Questo meccanismo inizia a scomparire tra il 3° e il 6° mese di vita e svanisce definitivamente tra il 9 ° e l’ 11° mese.

 

 

[contact-form-7 404 "Not Found"]